Traduci sito in:

itzh-CNenfrdejaptrues

btn PON 2014 2020

btn por

btn pubblicita legale

btn amministrazione trasparente

btn registro online

btn pnsd

testata grande

Sicurezza

42675

Il 22 novembre è la Giornata nazionale per la sicurezza delle scuole: si tratta di una data emblematica, perché il 22 novembre del 2008 si verificò il tragico incidente di Rivoli in cui perse la vita lo studente Vito Scafidi e un suo compagno riportò lesioni ermanenti. La legge 13 luglio 2015, n. 107 ha previsto l’istituzione della Giornata nazionale per la sicurezza. Con decreto del Ministro dell'Istruzione, dell'Università e della Ricerca del 27 novembre 2015 n. 914, tale giornata è stata fissata al 22 novembre di ogni anno in ricordo di tutte le vittime degli incidenti avvenuti nelle scuole italiane.                

Non ci dobbiamo mai stancare di ripetere che il diritto all’incolumità degli alunni e dei lavoratori in servizio nelle scuole deve essere garantito prima di tutto. 

A tal fine si porta a conoscenza del personale e di tutta l'utenza dell'I.C. Solidati Tiburzi la lettera inviata, proprio in questo giorno, a tutti gli Organi competenti.   

Allegati:
Scarica questo file (SICUREZZA_SCUOLE_IC_TIBURZI.pdf)SICUREZZA_SCUOLE_IC_TIBURZI.pdf[ ]201 kB

LA GESTIONE DEL PRIMO SOCCORSO NEI LUOGHI DI LAVORO

La normativa (d.lgs. 81/2008; d.m. salute 388/2003) conferisce al primo soccorso un ruolo importante all’interno del sistema di gestione della salute e sicurezza nei luoghi di lavoro ed obbliga il datore di lavoro a designare e formare gli addetti e ad organizzare il piano di emergenza. Dall’organizzazione del sistema di primo soccorso aziendale dipende infatti l’attivazione precoce e tempestiva dei primi tre anelli della catena dell’emergenza, in attesa dell’arrivo dei soccorsi avanzati. Una corretta gestione delle prime fasi di un’emergenza sanitaria può fare la differenza tra la vita e la morte, tra recupero rapido o prolungato, tra disabilità temporanea o permanente. Questo capitolo fornisce nozioni normative e buone pratiche procedurali ad uso delle principali figure coinvolte: datore di lavoro, medico competente e responsabile

del servizio di prevenzione e protezione.

IL PRIMO SOCCORSO NEI LUOGHI DI LAVORO

Il primo soccorso è l’insieme di interventi, di manovre ed azioni messe in essere da chiunque si trovi a dover affrontare una emergenza sanitaria, in attesa dell’arrivo di personale specializzato.

Gli obiettivi del primo soccorso sono:

■■ riconoscere una situazione di emergenza, valutare le condizioni della vittima e attivare la catena dell’emergenza, allertando i soccorsi avanzati se necessario;

■■ prestare i primi soccorsi utilizzando competenze adeguate;

■■ evitare l’insorgenza di ulteriori danni causati da un mancato soccorso o da un soccorso condotto in maniera impropria.

Allegati:
Scarica questo file (PrimoSoccorsoLuoghiLavoro.pdf)PrimoSoccorsoLuoghiLavoro.pdf[ ]23617 kB

Qui di seguito nomina del Rappresentante del lavoratori per la sicurezza per il nostro Istituto

Si allega un fascicolo informativo con una breve descrizione dell'organizzazione della sicurezza del lavoro e sui rischi specifici per l’IC SOLIDATI TIBURZI.
Manuale ad uso dei docenti, degli studenti e dei collaboratori scolastici

Pubblicato da Inail e dal Ministero dell’Istruzione e della Ricerca il manuale è stato redatto grazie ai contributi del Sirvess, Sistema di riferimento veneto per la sicurezza nella scuola e delle Reti di scuole e di agenzie per la sicurezza delle province di Arezzo e di Firenze con il supporto dei Comitati tecnico-scientifici delle Reti di Belluno, Padova, Rovigo, Treviso, Venezia, Verona e Vicenza, del gruppo Formazione scuole delle Ausl Emilia Romagna, e dell’Ufficio scolastico regionale del Friuli Venezia Giulia.

Integrare un’efficace gestione della sicurezza a scuola e promuovere la cultura della prevenzione, favorendo la piena partecipazione di tutti soggetti coinvolti: dagli studenti, ai dirigenti scolastici, agli Rspp. Questi gli obiettivi primari della pubblicazione che affronta tutte le tipologie di rischio presenti in ambito scolastico: problematiche strutturali e igiene ambientale, rischio fisico, chimico e biologico, gestione macchine, attrezzature e uso dei Dpi, aspetti ergonomici e stress lavoro correlato, senza tralasciare aspetti relativi alla tenuta della documentazione, alle attività di formazione, la sorveglianza sanitaria, la gestione delle emergenze e del primo soccorso.

Allegati:
Scarica questo file (INAIL_SICUREZZA_SCUOLA.pdf)INAIL_SICUREZZA_SCUOLA.pdf[ ]6036 kB

Ultime Circolari e Avvisi

Ultime comunicazioni scuola-famiglia